Apple Pay, entro l’anno disponibile sui siti di ecommerce

Apple Pay, entro l’anno disponibile sui siti di ecommerce

La novità è in fase di preparazione, la piattaforma dovrebbe espandersi al web in tempo per la stagione pre natalizia.

Apple sta per portare il suo sistema di pagamento Apple Pay anche online. Come hanno rivelato diverse fonti a Re/Code, la casa di Cupertino sta iniziando ad anticipare agli addetti del settore commerciale che la sua tecnologia sarà presto pronta per sbarcare sui siti di ecommerce partner del progetto. Non esistono tempi precisi al riguardo, ma sembra che il gruppo di Tim Cook abbia intenzione di ampliare la piattaforma in tempo per il periodo dello shopping pre natalizio.

(altro…)

Con Project Tango la navigazione indoor è finalmente a portata di mano

Con Project Tango la navigazione indoor è finalmente a portata di mano

Google e Lenovo stanno lavorando a un sistema di navigazione per interni che si basa sulle mappature anziché sui dati GPS. E potrebbe cambiare per sempre il modo in cui interagiamo con gli spazi chiusi.

L’idea è tanto semplice da sembrare banale: usare tablet e smartphone per abilitare un’esperienza di realtà aumentata geolocalizzata in spazi chiusi e privi di costose infrastrutture dedicate, oltre che irraggiungibili dal segnale satellitare.

(altro…)

Google, le pagine veloci sono ora disponibili su tutti i siti WordPress

Google, le pagine veloci sono ora disponibili su tutti i siti WordPress

La piattaforma di blogging supporterà il modello di caricamento veloce delle pagine da mobile.

Quando Google ha presentato Accelereted Mobile Pages, il sistema che rende il caricamento delle pagine online da mobile super veloce, aveva già annunciato di essere al lavoro con una serie di partner tecnologici. Uno di questi è WordPress, che supporterà il modello su tutti i siti che ospita. (altro…)

L’ultima beta di iOS risolve il millenium bug di iPhone

L’ultima beta di iOS risolve il millenium bug di iPhone

La versione definitiva del sistema operativo arriverà a marzo, ma la correzione è già pronta.

La pezza sul millennium bug di iPhone arriverà presto. Dopo la scoperta del difetto di progettazione di iOS che trasforma in fermacarte gli smartphone e i tablet con chip a 64 bit impostati al 1 gennaio 1970, la casa di Cupertino è corsa ai ripari con una soluzione casereccia ma efficace: con il prossimo aggiornamento non sarà più possibile portare la data a prima dell’anno 2000. (altro…)